Liberati respirando con il respiro circolare

Liberati respirando con il respiro circolare

SCOPRI IL PROGRAMMA AUDIO DI ALESSANDRO D'ORLANDO


SCARICA SUBITO GRATIS UN AUDIO ESCLUSIVO DI CRESCITA PERSONALE E 5 POESIE MOTIVAZIONALI!


Questo post è tratto dal programma audio esclusivo di Alessandro D'Orlando Liberati respirando, prodotto e realizzato da Area51 Publishing. Liberati respirando, curato dallo psicologo e psicoterapeuta Alessandro D'Orlando, è per tutti coloro che vogliono prendere in mano la responsabilità verso la propria vita e liberarsi dai condizionamenti limitanti e distruttivi. 

Con questo programma audio imparerai a usare le potenzialità del respiro per migliorare la tua vita giorno dopo giorno.

Il respiro consapevole libera il tuo potenziale, scardina i blocchi, ti connette a una fonte infinita di energia e creatività. Non importa quanti anni hai, se ne hai 14 o 80, non importa quanto tempo hai passato e che prezzi hai pagato per i limiti che senti di avere. Come dice un proverbio tibetano: “Non importa quanto a lungo una stanza è stata al buio: accendi una candela e la stanza si illumina”.
Ecco alcuni aspetti della tecnica. Il respiro circolare è la forma più naturale di respiro: la facciamo da bambini, ma poi da adulti la perdiamo. Vediamo quindi nell’ordine quali sono gli elementi da riscoprire.

1. Rilassamento fisico

Se puoi chiudi gli occhi perché già questo aiuta moltissimo il rilassamento; se ti inquieta farlo non preoccuparti, respirando imparerai a rilassare gli occhi comunque. Rilassa al massimo i muscoli che non sono importanti in quello che stai facendo: per farlo ti basta portare l’attenzione alle zone del corpo che presentano tensioni. La colonna vertebrale è sempre dritta e la testa allineata l resto del corpo: ciò garantisce lo scorrimento di sangue ed energia corretto. La posizione seduta a occhi chiusi è consigliata per la pratica quotidiana, quella da distesi solo quando vuoi usare il respiro per dormire o vuoi aumentare il volume dell’aria da respirare.

2. Respiro circolare

Il respiro scorre fluido, profondo e diaframmatico, silenzioso e senza scatti, l’espirazione è rilassata e non forzata, circolare; respiro circolare significa che il canale è sempre lo stesso – se inspiri dal naso espira dal naso e se inspiri dalla bocca si espira dalla bocca –, senza pausa tra le due fasi – ossia all’inspiro segue immediatamente l’espiro, e viceversa.
La profondità e la velocità dello stesso dipenderanno dal tipo di intenzione: sarà veloce e profondo (per esperti) se l’obiettivo è entrare in uno stato di ricettività, attenzione, calma mentale; sarà veloce e superficiale se la sensazione del momento è dolorosa, permettendole così di fluire attraverso il corpo e impedendo che essa e il respiro si blocchino (ad esempio, come accade quando non si vuole sentire il male di una martellata sul dito).
Se la sensazione del momento è piacevole oppure interessante e si vuole espanderla, allora il ritmo lento e profondo è più opportuno – infatti, tale modalità si attiva in modo naturale e spontaneo in stati di calma ed euforia. L’ultimo caso, quello del respiro lento e superficiale, non interessa qui, perché porta al sonno ed è simile a quella che teniamo già normalmente durante il giorno.Se la tua intenzione è meditare e addestrare la mente alla concentrazione allora respira con il naso e con un respiro quieto.
Se la tua intenzione è accedere rapidamente all’inconscio, agli stati transpersonali, a sblocchi bioenergetici, allora con una guida esperta e dietro parere medico pratica pure il respiro profondo, veloce e con la bocca da disteso.

3. Consapevolezza dei dettagli

Ogni pensiero o emozione ha un riflesso a livello corporeo e puoi esplorare con attenzione le sensazioni che si manifestano respirando: la durata, l’intensità, come si spostano. Più la mente si immerge nel respiro e nelle sensazioni più pensieri ed emozioni si placano e si accede a stati psicofisici rigeneranti.

4. Atteggiamento mentale positivo

Quando inizi e finisci le pratiche meditative ringrazia, visualizza luce che inspiri ed espiri, dedica con compassione la pratica a tutti gli esseri viventi e stai in un pensiero di compassione, ricorri alle strategie che conosci per stare in uno stato d’animo positivo. Fatta questa operazione passa all’attenzione alle sensazioni del tuo respiro e del tuo corpo.

5. Assenza di giudizio

Stai in quello che c’è, ossia accogli tutti ciò che alla mente giudicante sembrerà essere bene o male, giusto o sbagliato, buono o non buono. Il respiro sa cosa fare per migliorare la tua vita perciò alle volte potrai soffrire, alle volte stare bene, alle volte avrai ricordi piacevoli, altre volte saranno spiacevoli per la tua mente, alle volte farai progressi altre volte ti sembrerà di non farli, ma in realtà nel profondo accade sempre qualcosa di positivo per te. Perciò abbandonati alla pratica.
Sarà nella vita di tutti i giorni che imparerai ad apprezzare i cambiamenti piccoli e grandi che scaturiranno da questo percorso.

Controindicazioni del respiro

Ci sono due tipi di controindicazioni da considerare: una di carattere fisico, l’altra psicologico.
In linea di massima, le persone con problemi di asma gravi, con attacchi epilettici, con disturbi cardiaci rilevanti, ipertensione con pericolo di ictus, diabete, ipertiroidismo, infiammazioni acute polmonari dovrebbero astenersi dal praticare il respiro circolare – soprattutto quello veloce e profondo – senza una guida con solide competenze mediche e una conoscenza approfondita degli effetti del respiro sull’essere umano.
Dato che i polmoni vanno a fare pressioni anche sulle vertebre e le loro cartilagini, per chi soffre di discopatie può essere utile usare un cuscino o piegare le gambe se si respira da distesi e se tutto ciò ancora non basta, un colloquio con un osteopata può essere utile.
Per quanto riguarda la dimensione psicologica, coloro che ricorrono a psicofarmaci, soffrono di disturbi mentali e dell’umore importanti dovrebbero praticare sotto una supervisione psicoterapeutica e psichiatrica all’occorrenza.




SCOPRI IL PROGRAMMA AUDIO DI ALESSANDRO D'ORLANDO


SCARICA SUBITO GRATIS UN AUDIO ESCLUSIVO DI CRESCITA PERSONALE E 5 POESIE MOTIVAZIONALI!



LIBERATI RESPIRANDO
Essere più sani e felici con il respiro circolare e consapevole 

Il respiro circolare e consapevole libera il tuo potenziale, scardina i blocchi e ti connette a una fonte infinita di energia e creatività. 

Questo programma audio, curato dallo psicologo e psicoterapeuta Alessandro D'Orlando, è per tutti coloro che vogliono prendere in mano la responsabilità verso la propria vita e liberarsi dai condizionamenti limitanti e distruttivi. 
Con questo programma audio imparerai a usare le potenzialità del respiro per migliorare la tua vita giorno dopo giorno.

. 3 ore di audio dell'autore
. 9 tracce mp3 di audio 
. 1 ora di pratica guidata di respirazione circolare 

Oltre all'audio il programma contiene:
. Sintesi del programma in elegante pdf
. Schemi modello in formato pdf per l'esecuzione esatta del programma
. Sintesi delle metodologie proposte e degli autori citati
. Bibliografia di approfondimento con testi essenziali per la tua crescita personale
. Biografia e contatti dell'autore Alessandro D'Orlando
. + 4 extra bonus (audio + pdf)

SCOPRI TUTTO SUL PROGRAMMA: CLICCA QUI


Chi è Alessandro D'Orlando

Alessandro D'Orlando (1974) è nato in Friuli, a Udine. Ha conseguito una laurea in psicologia clinica nel 2001 e una specializzazione in psicoterapia nel 2009.
Come autore ha pubblicato nel 2007 Respiro e Intelligenza Emotiva per Amrita. Nel 2014 è uscito l’audiolibro La magia del respiro circolare, edito da Good Mood. Nel 2015 ha pubblicato il libro Ricominciare da un amore che finisce. Attualmente, si dedica anche all’insegnamento dello yoga secondo la tradizione himalayana, alla meditazione quotidiana e all’aikido.
Il suo più grande desiderio è quello di poter contribuire alla costruzione di un mondo migliore, di essere felice e godersi la vita.
Se vuoi contattare Alessandro
Sito internet: www.alessandrodorlando.it
Blog: La forza dell'essenza 

Alessandro D'Orlando /

Liberati respirando!/