Vivi sul piano creativo, non su quello competitivo

Vivi sul piano creativo, non su quello competitivo

SCARICA SUBITO GRATIS UN AUDIO ESCLUSIVO DI CRESCITA PERSONALE E 5 POESIE MOTIVAZIONALI!

SCOPRI RADIO AREA51 PUBLISHING: LA PRIMA RADIO INTERAMENTE DEDICATA ALLA TUA CRESCITA PERSONALE

SIAMO NATI PER REALIZZARCI: MIND3 TI AIUTA A FARLO 

Tu sei unico. Nessun altro è né mai sarà uguale a te.
I conflitti nascono per lo più da una delle più grandi mistificazioni che albergano nella mente degli individui a livello planetario: che raggiungere i propri obiettivi significa negare gli obiettivi degli altri, che realizzare i propri sogni significa negare i sogni di qualcun altro.

L'idea fallimentare di Darwin

È l’idea oggi dominante di un’economia e di una società ipercompetitive.
Questa idea è in parte il risultato dell’accettazione acritica e della estensione alla sfera umana (economica e sociale) di quella parte della teoria dell’evoluzione di Charles Darwin che sostiene che la vita è essenzialmente lotta per l’esistenza e che sopravvive solo il più adatto. Gli individui di una stessa specie, o di specie diverse, sono in gara per assicurarsi cibo, riparo, il proprio habitat e la riproduzione. Scrive Darwin

La natura può essere paragonata a una superficie sulla quale sono disposti diecimila affilatissimi cunei ammassati l’uno vicino all’altro e conficcati dentro a forza. C’è una forza che cerca di formare vuoti spingendo fuori le strutture più deboli. (Charles Darwin, L’evoluzione della specie)

Tutti noi siamo in gara per conficcare il nostro cuneo, e più cunei sono conficcati più lo spazio si riduce. Lo spazio è limitato, le risorse sono scarse e quindi, per una persona che ce la fa, centinaia sono sconfitte. Perciò o tu o me: mors tua vita mea. Tutti siamo sempre e solo in competizione, la competizione è l’essenza della vita, la cui essenza è la lotta per la sopravvivenza.
In questa prospettiva, non esiste l’individualità. Gli esseri umani sono una massa indifferenziata e non degli individui.
Ma la verità è che ognuno di noi ha caratteristiche biologiche e psicologiche uniche. Nessun essere umano, nessun individuo è mai esattamente uguale all’altro. Neppure i gemelli. Come esseri umani condividiamo lo stesso patrimonio genetico, la stessa struttura biologica. Siamo tutti uguali, come razza umana, ma ogni individuo è unico. Siamo unici tra gli uguali. Non superiori, bada bene, unici.

Nessuno è in gara con te

Da ciò derivano conseguenze logiche che ribaltano le nostre credenze psicologiche e sociali. Poiché ognuno di noi è unico, poiché ognuno di noi ha una sua unica identità, suoi unici desideri, sue uniche aspirazioni, sue uniche intenzioni, consegue che nessuno può volere realmente le stesse cose di un altro. La verità è che nessuno può volere mai le stesse cose. Perciò non c’è bisogno di considerare gli altri come dei competitori, degli avversari, dei nemici. Nessuno è qui per toglierci niente, per rubarci niente. Ognuno, nel suo profondo (anche se non lo sa perché non è stato educato a saperlo, nessuno gli ha insegnato finora a capirlo) vuole soltanto il meglio per sé, non il peggio per l’altro.
Se tu affermi la tua unicità, se tu riconosci cioè il tuo valore unico, comprendi ciò che ti distingue da tutti gli altri senza dover competere con gli altri. Sei unicamente proiettato nell’idea creativa e abbandoni per sempre l’idea competitiva. Cerchi solo il meglio per te. Scompare l’idea delle risorse scarse perché sai che se trovi ciò che ti distingue e lo persegui ci sarà sempre un posto per te. Tu creerai sempre il tuo posto. Il tuo posto è lì, che ti aspetta. Perché tu sei unico e il tuo ruolo nel mondo è unico.
Non hai perciò nessun bisogno di competere con nessuno.

Più per tutti, meno per nessuno

Più per tutti, meno per nessuno, dovrebbe essere il tuo motto. Non importa quanto grande ti appaia il successo di un altro rispetto al tuo, o quanto ti sembri saturo il settore in cui vuoi realizzarti. Se quello è il tuo settore, se quella è la tua entelechia, nessuno potrà portarti mai via niente, nessuno. Perché nessuno potrà realizzare esattamente la stessa cosa che puoi realizzare tu, nel tuo stesso modo. Perché non esiste mai uno stesso modo, ognuno è un suo unico modo. Perciò fai tuo anche il motto di Neville Goddard:

Solo obiettivi, nessun avversario

Dedica tutte le tue energie a creare, non a competere con gli altri. La competizione è ancorata al subconscio, alle paure primarie, la creazione è proiettata sul superconscio. Crea e avanza, e vivi sempre e solo sul piano creativo.

L'AUTORE DEL POST

Simone Bedetti è editore di Area51 Publishing e originatore del metodo Mind3.

ULTIMI POST PUBBLICATI

I 3 PRINCIPI BASE DELLA PNL
LA FELICITÀ È UNA SCELTA
6 PASSI PER USARE IL POTERE DELL'INTENZIONE
. VIVI SUL PIANO SPIRITUALE
. USA IL POTERE DELL'INTENZIONE
. LA FELICITÀ È L'ANTIDOTO DELLA PAURA

SIAMO NATI PER REALIZZARCI: MIND3 TI AIUTA A FARLO 
SCARICA SUBITO GRATIS UN AUDIO ESCLUSIVO DI CRESCITA PERSONALE E 5 POESIE MOTIVAZIONALI!

SCOPRI RADIO AREA51 PUBLISHING: LA PRIMA RADIO INTERAMENTE DEDICATA ALLA TUA CRESCITA PERSONALE